Per trovare il prodotto giusto, bisogna saperlo scegliere!

Scegliere una carrozzina per disabili

Individuare la carrozzina adatta alle proprie esigenze può migliorare notevolmente la qualità della vita del degente, ed è per questo che la scelta è così importante. Quali sono, a questo punto, i fattori da considerare nella scelta del prodotto? I tre aspetti più importanti da considerare:

  • comodità
  • sicurezza
  • praticità

Esistono carrozzine di tutti i tipi e per le esigenze più disparate. A seconda di quale elemento si considera come maggiormente rilevante per la scelta, le componenti del prodotto possono cambiare.

Considerare il peso del degente

Il primo suggerimento è quello di considerare il peso del degente, il tipo di vita che conduce ed il motivo (dunque il tempo d'utilizzo) per il quale viene acquistata la carrozzina. In base a questo, si potrà optare per i modelli più leggeri per chi avesse meno peso, ed ovviamente quelli più costosi, tecnologicamente avanzati o “rinforzati” per chi invece fosse sovrappeso.

Le carrozzine più accessoriate dovranno per forza di cose essere più pesanti, ma non per questo la loro praticità sarà compromessa.

Elementi distintivi della carrozzina

Altri aspetti da considerare riguardando gli elementi che rendono ogni carrozzina diversa dall’altra. Esistono diverse tipologie di prodotto, che rispondono a seconda degli accessori e delle caratteristiche peculiari, a differenti bisogni.

  • da transito - si tratta di una carrozzina per la quale è necessario un accompagnatore che da dietro spinga. Sono dunque indicate per una persona che non sia autosufficiente nei movimenti. Le ruote di questo tipo di carrozzina sono piccole. (link e foto)

  • autospinta - è lo stesso utilizzatore che autonomamente fa muovere il mezzo utilizzando il corrimano sulle ruote posteriori, che in questo caso sono grandi. Ideale per coloro che vogliono mantenere la propria autonomia. (link e foto)

  • ad ingombro ridotto - indispensabili per coloro che hanno le porte di casa o dell'ascensore strette. Queste carrozzine possono avere le ruote posteriori sia grandi che piccole, e sono di diversi tipi (sedia job, carrozzine elettriche, polifunzionali, sportive)

Nell'ordine, tre tipi di carrozzine: carrozzina autospinta, ad ingrombro ridotto e da transito.

carrozzine autospinte

Ad ingombro ridotto

carrozzina transito

Oltre alle caratteristiche legate all'uso della carrozzina, devono essere considerati altri elementi egualmente importanti.

Da noi puoi trovare quello che cerchi!

Tutti i materiali utilizzati sono di ottima qualità e duraturi, garantendo un comfort ottimale. Nella categoria "Accessori" è possibile scoprire gli elementi opzionali che è possibile includere nell'acquisto della carrozzina, e con i quali personalizzarla e migliorarla ulteriormente.

Oltre agli optional forniamo la possibilità di avere pezzi di ricambio per tutti i modelli presenti nel nostro catalogo. All'interno del nostro sito ogni prodotto in vendita ha una propria pagina dove vengono illustrate tutte le caratteristiche dell'oggetto e presentate alcune immagini esplicative.

Come è fatta una carrozzina

Quali sono le parti principali da conoscere e che costituiscono la carrozzina.

  • L'asse, elemento tubolare posto sotto la seduta, ha una funzione di sostegno. Per questo motivo può essere singolo o doppio, nel caso in cui sia necessaria una maggiore resistenza per un peso maggiore da sorreggere.

  • I braccioli possono variare per estensione: se più lunghi, forniscono un più elevato comfort nell'appoggio; una maggiore facilità di accesso al tavolo, in caso il bracciolo sia corto. Oggi quasi tutte le carrozzine sono fornite di braccioli corti per avere più comodità nei movimenti.Inoltre i braccioli possono essere mobili. Si muovono all'indietro, verso la parte posteriore, o perfino essere momentaneamente rimossi. In questo modo si permette al degente la discesa laterale dalla carrozzina.

  • La fiancata ribaltabile rappresenta un'ulteriore funzione che aumenta sensibilmente la praticità della carrozzina durante le traslazioni di lato della persona.

  • Il poggia-gambe è un ulteriore elemento completamente regolabile in lunghezza. Inoltre si può spostare, nella parte inferiore, verso l'esterno consentendo il passaggio delle gambe durante gli spostamenti frontali (dalla carrozzina al letto, ad esempio). I poggiagambe sono facilmente removibili nel momento in cui si debba ripiegare la carrozzina per trasportarla.

  • L'inclinazione dello schienale e della seduta possono variare e ciò è pensato per rispondere alle esigenze di quelle persone che, magari perché operate, non possono stare sedute con la schiena verticale o per coloro che necessitano di riposo frequente. In questo caso esistono anche carrozzine attrezzate con poggiatesta incluso.

  • Le ruotine antiribaltamento sono un dispositivo di sicurezza posto vicino alle ruote posteriori. Si tratta di un paio di piccole ruote presenti nella parte interna che, in caso di capovolgimento all'indietro della carrozzina, grazie alla loro posizione obliqua rispetto al terreno, la sostengono ed evitano la caduta accidentale del degente. Questo ausilio non è presente in tutte le carrozzine.

  • Le ruotine per passaggi stretti sono perpendicolari al terreno e presenti solo in alcune carrozzine. Esse consentono di smontare temporaneamente le ruote posteriori e passare attraverso accessi di larghezza ridotta. Non si devono però considerare come sostitutive, ma solamente come sussidio temporaneo per brevissimi spostamenti, come per esempio il passaggio da una parte all'altra di una porta particolarmente stretta.

Trasportabilità della carrozzina

Tutte le carrozzine (tranne quelle multifunzionali) sono pieghevoli, per cui garantiscono la trasportabilità e la possibilità di essere inserite in auto in forma "compressa", quindi ad esempio nel bagagliaio o sul retro della vettura.

Conclusioni

Come abbiamo visto, le necessità possono essere molteplici, dunque, le tipologie di prodotti che rispondono a tali bisogni sono altrettante. Le carrozzine che proponiamo sul nostro sito spaziano da modelli semplici a quattro ruote per le carrozzine da transito, fino ad arrivare alle carrozzine multifunzionali elettriche. Tutte certificate e testate per garantirne la qualità e la sicurezza.

Per chi acquistasse per la prima volta una carrozzina, è importante sapere che per la legislazione italiana, le carrozzine sono sottoposte ad uno speciale regime fiscale, per il quale devono essere vendute con l'IVA al 4%, essendo articoli riconosciuti nelle categorie specificate sul nomenclatore tariffario.